Articoli

L'Italia che rinnova

L’Italia che Rinnova

Dal legno l’energia nuova per un Paese sostenibile

L’Italia che rinnova: un grande progetto di comunicazione nell’interesse dell’ambiente, dei consumatori, del Paese

L’Italia che Rinnova è una campagna di comunicazione lanciata da associazioni, operatori e imprese del settore del riscaldamento a biomassa legnosa. La campagna ha lo scopo di valorizzare l’energia che viene dal legno, facendo emergere una realtà poco conosciuta: il legno è la prima tra le energie rinnovabili (il 33% in Italia e il 40% nel mondo) e la seconda fonte di riscaldamento per le famiglie italiane.

Rinnovare l’energia vuol dire rinnovare la qualità della vita di tutti

Il legno: per un calore che unisca ambiente, risparmio e sviluppo, valorizziamo la più antica e più moderna delle energie rinnovabili

• È la prima energia rinnovabile (40% nel mondo, 33% in Italia)
• È la seconda fonte di riscaldamento per le famiglie italiane
• Consente fino al 75% di risparmio sulla bolletta rispetto alle fonti fossili
• Genera imprese e posti di lavoro in Italia
• È un’eccellenza italiana: il 70% degli apparecchi a pellet in Europa sono Made in Italy
• Valorizza e tutela il patrimonio boschivo italiano
• Con le altre energie rinnovabili combatte l’effetto serra
• È un settore con forti investimenti in nuove tecnologie
• Già oggi i nuovi apparecchi abbattono le emissioni fino all’80% rispetto ai vecchi generatori
• Contribuisce a rispettare i parametri europei sulle energie rinnovabili.

Cosa sono le energie rinnovabili?

Sono tutte quelle energie alternative alle energie da fonti fossili (petrolio, gas). Contrariamente alle fonti fossili, che tendono ad esaurirsi, le rinnovabili sono potenzialmente infinite. Le rinnovabili permettono di limitare le emissioni di C02 e quindi combattere il riscaldamento globale,uno dei più gravi pericoli per il pianeta. Inoltre consentono di produrre energia a costi più bassi. Aumentare la percentuale di energie rinnovabili è per tutti gli accordi internazionali ed europei un obiettivo irrinunciabile.

La prima energia rinnovabile è il legno

Il legno rappresenta un terzo delle energie rinnovabili italiane e un quarto in Europa (le altre rinnovabili principali sono eolico, fotovoltaico, solare, idroelettrico).

Scalda milioni di famiglie italiane

È la seconda fonte di riscaldamento per le famiglie italiane. 24 famiglie su 100 usano legna e pellet per il riscaldamento domestico (Istat 2013).

Risparmiare facendo bene all’ambiente

L’uso del riscaldamento a pellet e a legna consente un risparmio sulla bolletta fino al 75%. Non solo, un aspetto fondamentale è quello degli incentivi e delle agevolazioni fiscali che arrivano fino al 65%. Conoscere il Conto Termico è importante e conviene.

Crea posti di lavoro e imprese italiani

Dal legno nascono filiere locali che generano imprese e posti di lavoro. La ricchezza che crea non va all’estero ma resta nei nostri confini.

Un’eccellenza italiana con numeri da record

In pochi lo sanno, ma la produzione di stufe e camini è un’eccellenza italiana: tre apparecchi a pellet su quattro utilizzati in Europa sono “Made in Italy”. Qualità, tecnologia, design sono alla base di questo successo. In quasi nessun settore l’Italia ha un primato così forte.

L’energia che aiuta i boschi

Molti pensano che utilizzare l’energia che viene dal legno danneggi i boschi e le foreste. È vero esattamente il contrario. Attraverso la gestione forestale sostenibile il nostro patrimonio verde cresce più sano e forte. Negli ultimi 50 anni la superficie boschiva dell’Italia è raddoppiata, cresce di 1.000 metri cubi al minuto.

Indispensabile per l’Europa

In base agli obiettivi europei per il 2030, l’Italia è chiamata a raggiungere la quota del 32% di energie rinnovabili. I combustibili legnosi sono una delle principali fonti energetiche per ottenere questo fondamentale risultato.

Combattere le emissioni

Abbattere le emissioni da polveri sottili è una priorità per la qualità dell’aria e per la salute . Le emissioni sono causate da tanti fattori: traffico e riscaldamento sono tra i più importanti. Il settore del riscaldamento con energie dal legno è in prima fila per combattere le emissioni. Come? Innanzitutto con l’innovazione tecnologica perché il problema delle emissioni è dovuto ad apparecchi vecchi, superati, poco efficienti. I nuovi apparecchi abbattono le emissioni fino all’80% rispetto a stufe, caldaie e camini di vecchia generazione *.

*L’associazione di settore (AIEL) ha firmato un protocollo d’intesa con il Ministero dell’Ambiente per abbattere verticalmente le emissioni in pochi anni in tutta Italia.

Le associazioni promotrici di L’Italia che Rinnova, saranno presenti ad Italia Legno Energia il 22-24 marzo 2019. Controlla tutte le info per i visitatori.

  legambiente

bosco

Efficienza energetica, innovazione e sostenibilità dal bosco al camino

Italia Legno Energia: workshop, seminari e convegni dedicati alla filiera delle biomasse legnose

Il programma a cura di AIEL

AIEL, associazione italiana energie agroforestali, rinnova il proprio impegno come partner tecnico di Italia Legno Energia. L’evento biennale promosso da Progetto Fuoco, e organizzato da Piemmeti Spa, è incentrato sulla filiera energetica “dal bosco al camino” delle biomasse agro-forestali, in programma dal 22 al 24 marzo 2019 alla Fiera di Arezzo. AIEL proporrà un ricco programma di convegni, workshop, seminari di aggiornamento tecnico. Gli eventi saranno dedicati ad ogni fase della filiera. Il focus sarà sull’uso sostenibile di legna, cippato e pellet, sulla qualità dei biocombistibili, sull’efficienza energetica e sugli incentivi per il rinnovamento tecnologico degli impianti. L’approccio sarà a 360° con il coinvolgimento dei protagonisti della filiera, e della rete di partner in ambito istituzionale, tecnico,  associativo che AIEL ha creato nel tempo.

Il convegno di apertura: “Legno, energia, clima e sviluppo sostenibile delle aree montane”

L’avvio ufficiale della manifestazione è previsto per venerdì 22 marzo alle ore 10.00, con il convegno  d’apertura intitolato  “Legno, energia, clima e sviluppo sostenibile delle aree montane” realizzato in collaborazione con UNCEM Unione Nazionale Comuni Enti Montani. Tra i relatori è confermata la presenza di Marco Bussone Presidente di UNCEM, Domenico Brugnoni e Marino Berton rispettivamente Presidente e Direttore generale di AIEL. È prevista la partecipazione di una delegazione di sindaci di comuni montani. Ci saranno inoltre autorevoli ospiti istituzionali e del mondo degli operatori. Il convegno è aperto agli amministratori pubblici, ai tecnici del comuni e ai rappresentanti della filiera. L’intento è di proporre un’analisi delle potenzialità rappresentate dalle biomasse legnose nel contesto dei comuni montani e non metanizzati. Verranno presentate alcune best practice e reti di teleriscaldamento realizzate al servizio delle comunità locali.

Il protocollo AIEL – UNCEM

L’incontro di Arezzo rientra tra le attività previste nel protocollo d’intesa triennale recentemente siglato da AIEL e UNCEM. Il protocollo prevede una serie di azioni congiunte per la valorizzazione delle biomasse legnose in termini di sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Il riscaldamento domestico a biomasse infatti rappresenta una fonte imprescindibile per le zone montane e in particolare per gli oltre 3000 comuni non metanizzati. È importante quindi attuare azioni che favoriscano la valorizzazione energetica delle biomasse forestali. Questo, nel pieno rispetto della gestione forestale sostenibile e responsabile, come concreta opportunità d’impresa e occupazione per il sistema produttivo e sociale di queste zone.

Un ricco programma di incontri

A seguire venerdì 22 marzo (dalle 14.45 alle 17.00) nella sala workshop dello stand di AIEL (stand 228) è previsto un incontro su strumenti ed esercitazioni per “la corretta installazione e manutenzione di un impianto a biomasse a basse emissioni”.

Sabato 23 dalle 9.30 nella sala convegni di Italia Legno Energia si terrà l’incontro “Il legno rinnovabile per la costruzione di nuovi edifici, la riqualificazione energetica dell’esistente e l’alimentazione di impianti tecnologici cleantech”.  AIEL fornirà informazioni sul corretto approccio alla progettazione di nuovi edifici e alla riqualificazione degli edifici esistenti. Le soluzioni impiantistiche si basano sull’uso delle rinnovabili in forma integrata nel sistema edificio-impianto, con particolare riferimento al solare termico e alle tecnologie “cleantech” a biomasse. Nello stesso giorno, a partire dalle 10.00, presso l’area workshop dello stand di AIEL si parlerà di “Biocombustibili mediterranei: qualità, combustione, emissioni e uso energetico nelle  filiere agricole”.  Nel pomeriggio, a partire dalle 16.00 fino alle 18.00, è inoltre previsto un workshop di aggiornamento: “Strumenti innovativi per la gestione telematica per l’impresa forestale 4.0”.

Per concludere, domenica 24 marzo, dalle 10.30 alle 12.00 nell’area workshop, AIEL proporrà il seminario “Buone pratiche e incentivi per il riscaldamento domestico a legna e pellet”. L’appuntamento, rivolto agli utenti finali, riguarderà le buone pratiche della combustione intelligente, l’uso corretto e sostenibile di stufe e caldaie a legna e pellet. Sono in programma appuntamenti di aggiornamento sugli incentivi a sostegno del turn-over tecnologico, come il Conto Termico 2.0 e le detrazioni fiscali.

Non mancheranno ulteriori proposte rivolte al pubblico, come le dimostrazioni pratiche delle consegne in autobotte di pellet ENplus®, previste nelle giornate di venerdì (ore 11-11.20) e sabato (ore 11-11.20 e 16-16.20) presso il piazzale esterno della Fiera. Tre appuntamenti per osservare il processo di approvvigionamento di pellet da autobotte e conoscere i vantaggi in sicurezza e qualità del prodotto, offerti dalle forniture domestiche di pellet sfuso.

La campagna di informazione “L’Italia che rinnova”

Le iniziative dell’edizione 2019 di Italia Legno Energia coinvolgeranno inoltre storici partner di AIEL. Tra questi spicca Legambiente che, tra l’altro, è tra i soggetti coinvolti nella campagna di informazione “L’Italia che rinnova“. La campagna informativa è promossa da AIEL, RisorsaLegno, ANFUS (Associazione nazionale Fumisti e Spazzacamini) e ASSOCOSMA (Associazione Nazionale Costruttori Stufe) e da Legambiente tra le più importanti associazioni ambientaliste del nostro paese. L’obiettivo è di fornire una concreta risposta all’esigenza di riscaldarsi in modo sostenibile e conveniente attraverso le stufe a legno e a pellet, che già oggi rappresentano la seconda fonte di riscaldamento per le famiglie.

Con questa iniziativa i promotori vogliono anche dare una risposta alle istituzioni impegnate a garantire una migliore qualità dell’aria. La strategia è incentivare la rottamazione delle vecchie stufe obsolete con le nuove tecnologie, che riducono le emissioni nocive fino all’80%. La campagna “L’Italia che rinnova” ha preso avvio a fine 2018 in circa duemila punti vendita di tutta Italia con manifesti e materiale informativo. Lo scopo della campagna è di per far conoscere ai cittadini “la più antica e la più moderna delle energie rinnovabili”. Raccogliamo la sfida dell’innovazione dando il nostro contributo al miglioramento della qualità dell’aria.

Tutte le informazioni sugli eventi in programma a Italia Legno Energia si possono trovare sul sito ufficiale alla pagina convegni.